SIS per il Biogas

Nuovo catalogo specifico e proposte per semine primaverili estive 2013.

Data pubblicazione: 2013-02-08

SIS ha pubblicato in questi giorni la nuova edizione del suo catalogo specifico sulle colture dedicate alla produzione di biogas, scelte secondo i criteri che ritiene fondamentali per massimizzare la redditività del settore biogas:

Elevata resa in biomassa come ss/ha:

Elevata resa in metano come l/ss mediante la massima quantità delle componenti biologiche a più alta resa quali grassi, proteine e carboidrati contenuti nel foraggio;

Prolungato stay green delle piante;

Elevata digeribilità della fibra; il prof. Formigoni ritiene che nei foraggi il principale fattore da controllare per favorire la massima efficienza di produzione di metano sia la riduzione delle quantità di fibre indegradabili, in grande misura condizionate dal contenuto di lignina delle piante e dai legami che si formano fra questa e la cellulosa.

 

Nella coltura ad oggi di riferimento per la produzione di biogas che è il mais, quanto sopra affermato si identifica particolarmente negli ibridi di mais LICA 1156 S e 29S17 che rappresentano il nuovo concetto di pianta da trinciato: con 4 foglie in più sopra la spiga rispetto ad un ibrido tradizionale e di dimensioni maggiori; fibra più digeribile e con una maggiore velocità di degradazione; amido ad alta digeribilità e maggior velocità di degradazione. Tutto ciò determina la massima produzione di biogas per ettaro e per kg di ss di trinciato prodotto dagli ibridi LICA. Tali ibridi SIS devono essere il riferimento nel piano di semina di trinciato di mais per biogas in condizioni di alta fertilità e ambiente irriguo.
Sempre per ambiente fertile irriguo SIS consiglia nella classe 600-700 anche i seguenti ibridi: 
SINTESIS che ha una pianta imponente, per la massima produzione di trinciato, con una ampia finestra di raccolta;
KALIMERAS che si presenta come una pianta equilibrata con importante apparato fogliare e spiga di notevoli dimensioni che lo rendono idoneo per la migliore produzione di trinciato, pastone e granella;
KUBRICK che è l’ibrido campione di produttività ed adattabilità anche per gli ambienti meno fertili ; Kubrickè riferimento, fra gli ibridi di classe 500-600, per la produzione di biogas negli ambienti poco fertili o in asciutta grazie alla sua tolleranza agli stress che si esprime in particolare nella tenuta della pianta. Ciò permette in questi ambienti di mantenere un buon equilibrio tra maturazione della granella e della pianta fino al momento della trinciatura.
Negli ambienti di produzione di trinciato in asciutta e comunque con media/ bassa fertilità, SIS propone una serie di ibridi a ciclo medio-precoce e precoce che sono la migliore proposta anche per le semine di seconda e terza epoca.
Questi ibridi sono accomunati da tolleranza agli stress ambientali, in particolare alla piralide per le semine più ritardate, piante di taglia medio alta per massimizzare la produzione di trinciato, alta incidenza della spiga, prolungato stay green.

Tre riferimenti nelle rispettive classi:
KIMBOS 125gg che è in grado di produrre ad alti livelli in tutti gli ambienti ed affiancabile anche alla classe

KAMIL 115gg, insuperabile nella produzione di trinciato di secondo raccolto, si distingue per le dimensioni della spiga;
KINEMAS 105gg, anche per semine di luglio con risposta produttiva sempre ottima, sanità dello stocco e tolleranza agli attacchi tardivi di piralide.

Di crescente interesse per la produzione di biogas è la coltura del sorgo da foraggio rappresentata da diverse tipologie e che per questo, necessita di un attento studio al fine di identificare i “tipi” più idonei per lo scopo.
SIS si è dedicata e si dedica allo studio di questa coltura consapevole che nell’ambito del biogas il sorgo è impiegato principalmente in condizioni ambientali difficili e più limitate.
SIS ha individuato “tipi” di sorgo che rispondono contemporaneamente ai criteri fondamentali per la massima redditività del biogas e adattamento ambientale come:
Ibrido BMR 333, monosfalcio con taglia di 3,50-4,20m, notevole espansione dell’apparato fogliare, epoca migliore di trinciatura dopo 10-15gg dall’emissione del panicolo,
Sorgo zuccherino ROCHE, caratterizzato da una elevata produzione di biomassa che può raggiungere le 45-55t di culmi e contemporaneamente 4-4,5t di granella che permettono di avere un insilato equilibrato nelle diverse componenti energetiche e quindi migliore produzione di biogas.
Tutte queste proposte evidenziano come la gamma SIS possa soddisfare con diverse proposte sia una programmazione di semina impostata sulle condizioni agronomiche e ambientali sia una programmazione con prodotti a semina o raccolta scalare per esigente organizzative o di cantiere di raccolta.
Con questa sintesi si è voluto mettere in evidenza l’impegno che la società SIS ha nel settore biogas e come essa possa essere un partner affidabile e competente al fianco delle aziende agricole che operano in questo settore con una gamma di prodotti completa dedicata.
Sis invita ad approfondire gli argomenti consultando il nuovo catalogo SIS biogas 2013 disponibile anche on line sul sito www.sisonweb.com ma soprattutto contattando il tecnico SIS di zona per condividere con il piano di semina le scelte più idonee alle specifiche esigenze di coltivazione e di trasformazione in biogas.

utilità